Menu Menu

La scienza conferma che il tocco allevia l’ansia in un contesto di livelli in aumento a livello globale

Mentre il mondo è alle prese con una crisi di salute mentale post-pandemia e alla luce dei risultati secondo cui un numero record di persone soffre di ansia, gli scienziati sono alla ricerca di nuovi modi per trattare questa condizione. Secondo un recente studio, abbracci sono una di queste soluzioni.

Il mondo è alle prese con a crisi della salute mentale.

In Europa, il consumo di antidepressivi è aumentato più che raddoppiato negli ultimi 20 anni e, secondo OMS, la prevalenza globale dell’ansia è aumentata di un massiccio 25% nel primo anno della pandemia.

Non solo questo, ma secondo Mente, otto persone su 100 in una data settimana in Inghilterra sperimenteranno ansia e depressione miste. Questo numero è salito a 17.4% tra i sei e i 19 anni In tutto il Regno Unito nel 2021.

Caratterizzata da una preoccupazione eccessiva, persistente e irrealistica per le cose quotidiane che provoca paura, stress persistente e una costante sensazione di essere sopraffatto, a circa il 10% degli adulti statunitensi viene attualmente diagnosticata questa malattia.

Questo è anche sorprendente considerando che le persone hanno molto di cui essere in ansia in questo momento, in mezzo a conflitti armati, cambiamenti climatici, bassi tassi di occupazione e aumento del costo della vita.

Fortunatamente, gli spazi che favoriscono la conversazione sono sempre più diffusi. Il miglioramento del dialogo ha aperto le porte a un trattamento nuovo e più diversificato maggiore ricerca in cause, sintomi e possibili opzioni di supporto ora prevalenti.

Nel tentativo di allontanarsi dalle tradizionali prescrizioni rapide, alcuni esperti si stanno espandendo ed esaminando altre alternative oltre la semplice terapia.

Abbiamo visto operatori sanitari canadesi dire ai pazienti di immergersi nella natura, i ricercatori lo verificano la musica è benefica per la salute mentale quanto l'esercizio, e gli scienziati britannici iniziano a esaminare come potrebbe nuotare in acque fredde e aperte potenzialmente sostituire gli antidepressivi nel prossimo futuro.

Più recentemente, la scienza ha confermato che la sensazione del tatto può ridurre il dolore, la depressione e l’ansia. Apporta benefici sia al corpo che alla mente – sia che si tratti di un abbraccio, attraverso la carezza di una coperta appesantita, o anche se proviene da un robot – il tatto, a quanto pare, lo è davvero buono per noi.

Sebbene il tipo di tocco non sembri avere molta importanza, secondo quanto riferito, toccare la testa o il viso funziona meglio. Inoltre, i tocchi più brevi e più frequenti raccolgono reazioni più positive.

"Un maggior numero di eventi di contatto consensuale durante la nostra giornata possono aiutare ad alleviare o potenzialmente a tamponare i disturbi mentali e fisici," La dottoressa Helena Hartmann, la cartaIl coautore, dice al Custode.

"Dobbiamo intraprendere ulteriori ricerche sul potenziale delle coperte ponderate o dei robot sociali per migliorare il benessere delle persone, soprattutto durante situazioni che limitano i contatti come la recente pandemia di Covid-19."

Pubblicato sulla rivista Natura comportamento umano Condotta da un team dell'Università della Ruhr di Bochum in Germania e dell'Istituto olandese di neuroscienze, la ricerca comprendeva 212 studi precedentemente pubblicati e includeva un'analisi statistica di 85 studi che coinvolgevano adulti e 52 che coinvolgevano neonati.

Come si legge: "Eravamo consapevoli dell'importanza del tatto come intervento sanitario, ma nonostante molti studi non era chiaro come utilizzarlo in modo ottimale, quali effetti ci si possono aspettare concretamente e quali siano i fattori che influenzano".

"Il nostro lavoro dimostra che gli interventi tattili sono più adatti per ridurre il dolore, la depressione e l'ansia negli adulti e nei bambini, nonché per aumentare l'aumento di peso nei neonati."

Naturalmente, anche se un’ampia meta-analisi come questa aiuta a individuare modelli più ampi tra le popolazioni, le risposte al tatto variano ancora da persona a persona. I ricercatori sottolineano inoltre che il tocco deve essere consensuale affinché possa essere benefico.

Per molti di noi, però, i dati mostrano che trascorrere più tempo a contatto fisico con gli altri può rafforzare molti aspetti della nostra salute, il che forse è prevedibile dato che il tatto è il primo dei nostri sensi a svilupparsi e qualcosa che di solito ci manca. quando non c'è.

Chi l'avrebbe mai detto, eh? Un abbraccio al giorno davvero effettua tenere lontano il medico.

Accessibilità