Cerca
Menu Menu

Opinione – Le proteste della casa di Hajj dimostrano che l'islamofobia indiana sta crescendo

A Nuova Delhi, capitale dell'India, le proteste minacciano l'istituzione di un centro destinato ad accogliere i pellegrini musulmani. I musulmani indiani lo definiscono un attacco islamofobo.

Sono sicuro che hai sentito vagamente i termini "Hajj" o "Mecca" prima. Hajj si riferisce a un pellegrinaggio annuale alla città della Mecca, in Arabia Saudita, che tutti i musulmani osservano almeno una volta nella vita.

Quasi 15,000-20,000 musulmani del nord dell'India partono ogni anno per la Mecca da Delhi; rimangono nei campi di transito prima di partire. Ma questi campi non sono né in grado di accoglierli né di fornire strutture adeguate.

Nonostante Delhi sia il più grande punto di imbarco della nazione per i musulmani, non hanno una casa Hajj.

Questo è il motivo per cui nel 2008, l'allora primo ministro Sheila Dikshit ha posto il pietra di fondazione per la prima Hajj House a Dwarka, Delhi. Questo sarebbe in grado di ospitare almeno 350 pellegrini contemporaneamente.

Ha lo scopo di fornire tutte le strutture di cui avrebbero bisogno prima di volare, tra cui assistenza per l'immigrazione, alloggio, sale di preghiera, spazi da pranzo - lo chiami!

Il progetto è passato in secondo piano per un po', e in realtà ha guadagnato slancio nel 2018. Quell'anno, il governo di Delhi, guidato dall'AAP (un partito centrista incentrato sullo sviluppo infrastrutturale), allocato INR 94 crore (9 milioni di sterline) per questo.

Proprio questa allocazione è valsa loro l'accusa di aver cercato di 'appagare le minoranze'. Ora, per capire perché sono stati accusati di una cosa del genere, dovrai sapere come la cultura conservatrice si è infiltrata nella politica indiana; va qualcosa del genere...

Nel 2014, il paese ha visto un cambiamento massiccio nelle opinioni politiche dalla sinistra alla destra durante le elezioni del Primo Ministro.

Le minoranze, in particolare i musulmani, hanno guardato con orrore mentre il loro peggior incubo si avverava: un primo ministro di destra significherebbe islamofobia e maggioritarismo dilaganti.

Il primo ministro Modi in realtà appartiene a un partito chiamato BJP, che è un partito politico nazionalista indù di destra. È famigerato per diffondere odio contro la comunità islamica e promuovere lo sciovinismo, che è patriottismo aggressivo.

La protesta contro questa casa dell'Hajj è solo uno dei tanti esempi dei movimenti discriminatori guidati dal BJP. Allora, perché c'è così tanta indignazione intorno a questo e qual è il loro programma nascosto?


Perché la gente protesta?

Alle 10 di venerdì, centinaia di persone si sono radunate in un terreno vuoto a Dwarka, Nuova Delhi. Il raccolta inclusi membri di una federazione di residenti, BJP leader e abiti di destra.

Erano presenti anche i capi di diversi villaggi che hanno affermato di non volere che il governo costruisse una casa Hajj con i soldi dei contribuenti. Hanno detto che non sarebbe stato di alcuna utilità per loro.

In effetti, la Federazione dei residenti di All Dwarka ha scritto al tenente governatore Anil Baijal esortandolo a cancellare il terreno assegnato per questa costruzione.

A capo villaggio che faceva parte della protesta ha detto: 'quando è arrivato un masjid, non abbiamo detto nulla perché non è stato costruito dal governo. Queste sono aree a maggioranza indù. Ci opponiamo fermamente alla costruzione della Casa Hajj. Le nostre culture non corrispondono alle loro.'

Ok, sarò il primo a dire che è assolutamente atroce. Accidenti, grazie per non esserti intromesso negli affari interni di un altro gruppo religioso che non ti riguardano affatto. Cosa posso dire? Siamo veramente in debito con te.

Sulla stessa linea, politico AAP Abdul Rehman ha detto, 'perché qualcuno dovrebbe avere un problema se alcune persone si riuniscono per un breve soggiorno prima di intraprendere un pellegrinaggio? Il terreno dove si costruisce la casa non appartiene a nessun privato, né è stato usurpato o invaso da nessuno».

Tuttavia, oltre ad essere invadente, questa dimostrazione è stata anche esaminata per essere di natura ironica.


L'ipocrisia sfacciata

Il presidente del BJP di Delhi, Adesh Gupta dice che ci sono molti appezzamenti a Delhi appartenenti al consiglio islamico del Waqf, quindi è possibile costruire lì una casa Hajj. Ha aggiunto che c'è una carenza di scuole, college e ospedali in città.

I manifestanti trasportati armadi leggendo: 'Hajj House ciao kyun? Scuola, università, ospedale kyun nahi?' (Perché una casa Hajj? Perché non una scuola, un college o un ospedale?)

Ora, se vieni da un paese sviluppato, questa potrebbe sembrare una logica giusta per te. Tuttavia, in India, la religione è sempre stata mischiata con la politica.

A dire il vero, questo slogan viene lanciato solo perché la terra in questione viene utilizzata per scopi islamici e la comunità è una minoranza in India.

In effetti, un dibattito simile era in corso alcuni anni fa nell'ambito del Disputa Ayodhya. C'è un appezzamento di terreno ad Ayodhya, nell'Uttar Pradesh, che sia la comunità indù che quella musulmana rivendicano come luogo sacro.

Poiché si trattava di un argomento delicato, alcuni chiedevano la costruzione di una scuola o di un ospedale sul terreno. Alla fine, le organizzazioni indù hanno vinto il complotto contestato, e indovina cosa si sta costruendo lì adesso?

Esatto: un tempio.

Se non hanno costruito una scuola sulla terra che è stata loro assegnata, (cosa che è stata addirittura consigliata loro di fare da molti) cosa dà loro il diritto di chiedere che la comunità islamica costruisca una scuola sulla loro terra?

Stanno mascherando il loro odio come un movimento per lo sviluppo infrastrutturale, e questo è assolutamente ingiusto. Diamine, anche io sono a favore della costruzione di più scuole, college e ospedali in India. Ma non così, no.


Dove è diretta questa protesta?

Il politico dell'AAP Abdul Rehman ha dichiarato: "Il nostro paese è una terra di molte religioni. La gente vuole vivere in pace. Alcuni vogliono dividere il Paese su basi religiose e chiediamo al governo di agire contro tali proteste motivate.'

Quello stesso giorno, la polizia di Delhi ha registrato un FIR contro diversi manifestanti per aver violato le linee guida COVID.

Un alto funzionario di polizia ha affermato che è stato registrato un caso ai sensi delle sezioni appropriate della legge e sono in corso ulteriori indagini

Per me, la cosa più scoraggiante di tutto questo non è solo l'islamofobia; questi manifestanti sono individui abili che stanno combattendo per qualcosa che è completamente inutile.

In un paese dove le persone muoiono di fame e povertà ogni giorno, questi autoproclamati nazionalisti scelgono di combattere per una causa banale come la supremazia? Che peccato.

Alla fine della giornata, non si tratta solo di questo incidente; si tratta di molti di questi incidenti che seguiranno se questa mentalità persiste. Allora, cosa possiamo fare al riguardo?

È semplice: metti in discussione tutto.

Interroga i tuoi amici, interroga i tuoi politici, metti in discussione le notizie che stai leggendo. Sai cosa? Metti in discussione anche questo articolo.

E, se in qualsiasi momento, senti che alcuni gruppi politici stanno cercando di metterti contro i tuoi concittadini, chiediti questo:

'Quali diritti perdi quando ottengono i loro diritti?'

 

Terza Newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per il pianeta positivo

Accessibilità