Cerca
Menu Menu

I festival stanno tornando ecologici

Dopo un 2020 difficile, i festival musicali stanno tornando alla ribalta e stanno introducendo un nuovo approccio più ecologico.

Molti amanti della musica desiderano disperatamente tornare alle esibizioni dal vivo ora che i blocchi si stanno alzando.

Sebbene alcuni festival debbano aspettare fino al 2022, quest'estate promette artisti del calibro di Reading e Leeds, Green Man e Bestival. Ma con le preoccupazioni per il cambiamento climatico che diventano sempre più pressanti, i frequentatori di festival e gli organizzatori non stanno solo cercando festival sicuri per il Covid, ma positivi per il pianeta.

In tanti chiedono il rilancio dei festival post lockdown per #BuildBackPiù verde – e i festival stanno lavorando per farlo accadere.


Quanto possono essere dannosi per l'ambiente i festival?

Senza buone pratiche di sostenibilità, i festival possono avere un vasto impronta ecologica. Si stima che le emissioni totali dell'industria dei festival nel Regno Unito siano di circa 24,261 tonnellate di CO2 all'anno.

I problemi principali risiedono in tre aree: trasporti, carburante e rifiuti. Molti partecipanti al festival negli anni precedenti hanno utilizzato grandi volumi di plastica monouso e attrezzatura da campeggio di bassa qualità che hanno lasciato nel sito del festival.

I festival britannici producono circa 25,800 tonnellate di rifiuti ogni anno, molti dei quali finiscono in discarica e non si biodegradano.

Sebbene i festival rappresentino una sfida ambientale, non lo fanno avere essere così dannoso, e le cose stanno migliorando. Negli ultimi anni, gli organizzatori del festival hanno compiuto sforzi sostanziali per affrontare le preoccupazioni ambientali.

Nel 2020, Powerful Thinking ha stimato che il settore aveva ridotto le emissioni relative per membro del pubblico al giorno di circa il 23% dal 2015. Un momento spartiacque è stato nel 2018, quando oltre 60 festival si sono impegnati a diventare "drastici sulla plastica" ed eliminare la plastica monouso dai loro siti entro il 2021.

Abbiamo già visto alcune soluzioni creative per rendere i festival sostenibili. Approcci innovativi allo spreco dei festival sono stati cruciali in festival come Green Man. Collaborano con Help Refugees e Newport al Calais Aid Collective per donare attrezzature da campeggio indesiderate ma utilizzabili, oltre al cibo avanzato, ai rifugiati per i quali potrebbe fare davvero la differenza.

Alcuni festival stanno persino lavorando per essere completamente alimentati da energia rinnovabile, e il "palcoscenico solare" di Green Man mostra che si può fare. Tuttavia, rendere i festival veramente ecologici richiederà uno sforzo sostanziale a livello di settore, piuttosto che un singolo evento.


I festival stanno sfruttando questo momento per tornare più verdi

La pandemia ha fornito un momento per costruire su questo lavoro e avviare un più grande cambiamento di direzione, poiché gli organizzatori del festival riflettono su come operano in un mondo post-Covid.

Il festival di Shambala, ad esempio, ha utilizzato il 2020 per sviluppare una visione di 5 anni per un'azione positiva. Già leader nella sostenibilità dei festival (nel 2018 hanno inviato zero rifiuti in discarica), Shambala ha recentemente lanciato a campagna 25kx25 che mira a ispirare 25,000 azioni per il bene sociale e ambientale entro il 2025.

Anche se Shambala non è stata in grado di tornare su larga scala quest'anno, stanno implementando nuove misure di sostenibilità nel loro evento più piccolo per il 2021, Shambino. Ai precedenti festival di Shambala, le tazze da caffè monouso sono state un problema di sostenibilità poiché non possono essere riciclate.

Quest'anno Shambino li eliminerà e chiederà invece alle persone di portare le proprie tazze di caffè riutilizzabili, basandosi sul loro successo nel rimuovere bottiglie e tazze di plastica monouso dai festival precedenti.

Questo tipo di innovazioni è supportato da organizzazioni a livello di settore come A Greener Festival e Vision: 2025, che sono state voci chiave che chiedono ai festival di rendere la pandemia un punto di svolta nella sostenibilità.

Un festival più verde fornisce al settore degli eventi dal vivo all'aperto le informazioni, le risorse e le connessioni di cui hanno bisogno per migliorare la sostenibilità.

Visione della rete industriale: il 2025 è altrettanto importante nel sostenere gli obiettivi ecologici dei festival. Il mese scorso hanno lanciato un nuovo centro di conoscenza per aiutare i festival a prepararsi per un ritorno alle attività più ecologico.

Gruppi come questo saranno cruciali nei prossimi anni se i festival otterranno davvero un grande cambiamento: collegando organizzazioni e professionisti in tutte le diverse parti del settore, sono essenziali per superare problemi come la ricerca di fornitori verdi.


Come vi possiamo aiutare?

Questa spinta verso festival organizzati in modo sostenibile è un miglioramento importante, ma non tutto dipende dagli organizzatori.

Se hai intenzione di celebrare il ritorno della musica dal vivo andando a un festival quest'estate, ci sono alcune semplici cose che puoi fare per aiutare, come riciclare tutto ciò che puoi e portare una bottiglia d'acqua riutilizzabile.

Anche ripensare al modo in cui viaggi può fare una grande differenza.

Molti frequentatori di festival vengono in auto, ma con una stima di 4.9 milioni di partecipanti al festival nel Regno Unito ogni anno, sono molti i viaggi in auto. In effetti, i viaggi da e per i festival sono una delle maggiori fonti di emissioni di carbonio legate a questi eventi.

Ridurre il tuo ingombro è semplice come prendere l'autobus o il treno. Per rendere le cose più abbordabili, festival come Green Man hanno collaborato con compagnie di trasporto per sovvenzionare i biglietti.

La strada da percorrere è lunga, ma le iniziative di festival come Shambala e Green Man, così come il sostegno di organizzazioni no profit come A Greener Festival, sono motivo di ottimismo. Mentre le persone inizialmente potrebbero essere state scettiche sul fatto che un festival eco-compatibile fosse qualcosa di diverso da una contraddizione in termini, progetti recenti hanno dimostrato che ci sono sicuramente modi per rendere i festival verdi se pensiamo abbastanza in grande.

Se tutti contribuiranno, il ritorno dei festival quest'estate potrebbe essere un momento cruciale per la sostenibilità nel settore.

Questo articolo è stato originariamente scritto da Charlotte Moberly. 'Sono uno stagista di marketing e sensibilizzazione presso Thred. Ho studiato Storia all'Università di Oxford e sto per iniziare un master in Storia americana, facendo ricerche sul movimento musicale femminile degli anni '1980.' Guardala LinkedIn.

 

Terza Newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per il pianeta positivo

Accessibilità