Menu Menu

Il Regno Unito ospiterà una nuova sfilata di moda sostenibile questo settembre

Una nuova sfilata di moda sta arrivando in Inghilterra, presentando una collezione curata dei migliori pezzi della moda pre-loved e vintage. Con l’obiettivo di promuovere la moda circolare, offrirà anche l’opportunità ai partecipanti di donare, scambiare e riparare i propri vestiti.

L’abbigliamento pre-loved è di gran moda in questi giorni, con i consumatori globali che stanno diventando sempre più consapevoli della natura insostenibile della moderna industria della moda.

Oltre ai negozi vintage fisici, piattaforme come Depop, Vinted ed eBay rendono l'acquisto di articoli di seconda mano facile come effettuare un ordine da asporto. Non sorprende, quindi, che il 42% degli acquirenti statunitensi e il 37.5% di quelli del Regno Unito abbiano portato almeno un capo di abbigliamento amato nell'ultimo anno.

Tuttavia, molte persone devono ancora immergersi nel mondo degli indumenti di seconda mano. Ciò potrebbe essere dovuto a una serie di ragioni, come percezioni negative sul mercato, preoccupazioni sulla qualità dei capi di abbigliamento e sopraffazione generale durante lo shopping vintage.

Colmare questo divario nelle abitudini dei consumatori è esattamente ciò che The Good Clothes Show, un evento di tre giorni dedicato ai consumatori di moda ospitato al NEC di Birmingham, spera di cambiare.

 

Ospitato dal 20-22nd di settembre, Lo spettacolo dei bei vestiti non solo presenterà una selezione attentamente curata di articoli pre-amati e vintage sulla passerella, ma offrirà risorse per coloro che desiderano donare, scambiare e riparare i propri capi.

In tal modo, l’evento comprenderà tutti gli elementi della circolarità – che chiama “The Circularity Machine” – elevando la percezione della moda di seconda mano e mostrando quanto sia facile impegnarsi nel suo processo.

I partecipanti all'evento saranno incoraggiati a portare con sé gli indumenti che non indossano più e a consegnarli presso un punto di raccolta centrale all'arrivo. Tutti gli indumenti adatti al lavoro saranno donati a SmartWorks, un ente di beneficenza che aiuta le donne che rientrano nel mondo del lavoro a prepararsi per i colloqui.

Le altre donazioni verranno controllate per qualità, ordinate e preparate per una festa di scambio. Tutti i capi che non superano i controlli di qualità verranno inviati a White Rose, un ente di beneficenza che pulisce, ripara e rielabora capi di abbigliamento in qualcosa di nuovo.

Infine, coloro che parteciperanno al Good Clothes Show potranno fare acquisti tra "gemme uniche provenienti da alcuni dei migliori venditori vintage e pre-loved del Regno Unito".

 

Il concetto dell'evento è stato costruito sulla necessità di colmare il divario tra la moda trendy e quella sostenibile, che, per molti, attualmente esistono in due mondi diversi.

Unendo i due, The Good Clothes Show spera di creare un cambiamento positivo nel mercato mainstream. L’istruzione è, ovviamente, una parte enorme di tutto questo.

I partecipanti avranno l'opportunità di chiacchierare con designer che stanno dando vita a "nuove" collezioni considerando il loro impatto sul pianeta "attraverso scelte materiali consapevoli, tecniche di produzione innovative e cura per le persone coinvolte nella loro creazione".

Rafforzando ulteriormente l'educazione nel campo della moda, l'evento ospiterà conferenze e panel con ospiti famosi. Ciò include l'ex redattore di Vogue Australia e conduttore del podcast di Guardaroba Crisi, Clare Press, nonché Tiffanie Darke, l'ex redattore di Sunday Times Style.

Il Good Clothes Show sarà uno sportello unico per tutto ciò che riguarda la moda sostenibile, che si svolgerà proprio nel centro dell’Inghilterra. Con altri eventi simili sicuramente all’orizzonte, si spera che la consapevolezza sulla facilità e sui vantaggi di impegnarsi con la moda in modo più consapevole prenda piede in tutto il mondo.

Visita sito web dell'evento per accedere ai biglietti e scoprire di più su come partecipare.

Accessibilità