Cerca
Menu Menu

Su quali temi si concentreranno i leader mondiali alla COP27?

La COP27 prende il via a Sharm El Sheikh, in Egitto, e proseguirà per le prossime due settimane. Di cosa parlerà il vertice dopo la COP26 e su cosa dovrebbero concentrarsi i leader mondiali? Abbiamo parlato con Melati Wijsen di Youthtopia per scoprirlo.

Siamo tornati. È un altro anno di COP, questa volta a Sharm El Sheikh, in Egitto.

I leader mondiali dovranno discutere di impegni, obiettivi, rapporti dell'IPCC, i disastri naturali in continua crescita che si verificano nelle aree ad alto rischio, nonché le battute d'arresto politiche e logistiche subite nell'ultimo anno dalla COP26.

Abbiamo avuto una conversazione con Melati Wijsen, co-fondatore di Ciao ciao sacchetti di plastica e Gioventù, per discutere del primo giorno della COP27 e degli impegni richiesti dai leader mondiali per portare a termine le cose. Se hai bisogno di un riassunto, sei nel posto giusto.

 

In che modo la COP27 può concentrare gli sforzi sia sul presente che sul futuro?

Sebbene alla COP26 sia stato ottenuto un certo successo per quanto riguarda l'impegno della leadership e gli impegni sul clima, da allora abbiamo assistito a eventi meteorologici scioccanti che dimostrano che è necessario agire adesso.

Che si tratti del devastante clima estremo in tutta l'Africa, da record ondate di caldo nel Regno Unito, o dirompente inondazioni in Pakistan, è ovvio che il nostro clima sta cambiando – velocemente.

I leader mondiali dovranno discutere le misure preventive e le risposte a questi tipi di fenomeni climatici alla COP27, che diventeranno più comuni nei prossimi decenni. Melati è d'accordo.

'Sappiamo che il cambiamento climatico è qui. Vengo dall'Indonesia e lo sperimentiamo in prima persona quasi quotidianamente. Il tempo sta cambiando ora.' Spera anche che le decisioni prese dai leader politici e dai capi delle aziende siano "radicate in ciò che sta accadendo ora".

Uno degli obiettivi principali della COP27 è il finanziamento e il supporto per le persone più colpite dalle condizioni meteorologiche estreme causate dai cambiamenti climatici. I leader dovranno rispondere chiede aiuto in tutta l'Africa, nonché decidere chi dovrà risarcire i danni causati da inondazioni e caldo estremo.

Il Regno Unito è già stato oggetto di domande di compensazione climatica per le nazioni più povere e dovremmo aspettarci di più da questo dialogo durante la COP27.


Le turbolenze politiche e le difficoltà logistiche hanno reso le promesse del passato troppo ambiziose?

L' i numeri non mentono. Il cambiamento climatico dovrebbe essere la preoccupazione più grande e immediata per l'umanità, dato che mette tutti noi a rischio e potrebbe alla fine causare il collasso della società.

Tuttavia, è più facile a dirsi che a farsi. Quest'anno il costo della vita ha avuto una spirale, poiché le nazioni rispondono e si adattano alla guerra in corso in Ucraina.

Con le turbolenze politiche e la spirale economica che oscurano i nostri obiettivi climatici, le attuali promesse sono troppo ambiziose o irrealistiche? Possiamo mai veramente raggiungili?

Melati pensa che possiamo fare le cose. 'Date le circostanze attuali, penso che siano a portata di mano e dovrebbero essere la priorità per tutti. Se non iniziamo a concentrarci sui cambiamenti climatici, ci saranno più guerre e pandemie".

A tal fine, sostiene anche che abbiamo bisogno di un approccio pratico che guardi ad azioni realistiche che avranno un impatto significativo. "In genere tutti comprendiamo cos'è la crisi climatica, ma non c'è una forte comprensione di ciò che possiamo fare e del ruolo che svolgiamo. Se iniziamo a creare una narrazione più forte, quegli obiettivi sono a portata di mano.'

I leader politici dovranno essere pragmatici ed evitare promesse troppo deboli e vuote da cui la COP è stata storicamente afflitta. Prendere impegni ambiziosi senza una via concreta per il futuro è una perdita di tempo e l'attuazione deve essere al centro dell'attenzione. Erano a corto di tempo per stabilizzare il nostro clima.


Ci dovrebbero essere conseguenze per il mancato rispetto delle promesse COP?

I leader mondiali dovranno considerare ripercussioni più severe per coloro che non rispettano i loro impegni. Finanze e finanziamenti saranno una parte importante della COP27 e la discussione di potenziali punizioni sarà fondamentale.

Melati ritiene che il nostro approccio attuale sia troppo morbido. "Non credo che abbiamo un sistema abbastanza forte che ritenga le persone responsabili". Aggiunge anche che è la Gen Z e i giovani attivisti che stanno spingendo per un'azione urgente.

'Questo è il tipo di lavoro che svolgono molti giovani, giusto? Per alzare la voce, per alzare il rumore.' Nota che non dovrebbe essere così, tuttavia. 'Non dovrebbe essere il ruolo degli studenti che devono saltare la scuola. Dovrebbero essere in vigore regolamenti sistematici per consentire ai governi di ritenersi reciprocamente responsabili.'

Egitto ha espresso frustrazione al modello di dichiarazioni positive che portano a una mancanza di azione e il divario tra nazioni ricche e nazioni più povere è costante diventando il problema più grande con la risposta del mondo al cambiamento climatico. Le conseguenze e l'applicazione più rigorosa degli impegni sul clima possono diventare una necessità.

"C'è sicuramente spazio per migliorare", dice Melati. Aspettatevi un po' di dialogo alla COP27 per esplorare l'applicazione da parte di chi tocca le promesse che spesso portano a una mancanza di azione.

Per maggiori informazioni sul lavoro di Melati con Youthtopia, visitare il sito ufficiale qui. Ha terminato la nostra chiacchierata con una menzione del programma di 17 giorni di Youthtopia che verrà lanciato l'11th novembre e invita le persone a "iscriversi attraverso la nostra piattaforma di apprendimento".

'Ci sono molti di noi che vogliono creare il cambiamento ma necessariamente sanno da dove o come iniziare. L'intera visione di Youthtopia è quella di aiutare a connettere i giovani di tutto il mondo.'

 

Terza Newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per il pianeta positivo

Accessibilità