Menu Menu

La nuova campagna di Ben & Jerry esorta tutti a incrementare il proprio attivismo

Il famosissimo marchio di gelati sostiene la giustizia sociale sin dal suo inizio. Per la sua prima campagna pubblicitaria in quasi un decennio, Ben & Jerry's incoraggia i consumatori a unirsi alla lotta per ciò che è giusto.

Praticamente tutti amano il gelato, ma il gelato che difende ciò che è giusto nel mondo? Beh, questo è due volte cosi bene.

Ben & Jerry's, il marchio di gelati amato in tutto il mondo, è famoso ormai da tempo per i suoi valori liberali e il suo impegno in opere di beneficenza. Ha fatto una campagna per a miriade di cause importanti, tra cui la riforma della giustizia penale, i diritti LGTBQ+, il matrimonio tra persone dello stesso sesso e la conservazione della natura.

È discutibile che l'azienda abbia fissato il livello dell'attivismo del marchio. Nel 2020, ad esempio, quando altre aziende si sono affrettate a creare una campagna per mostrare sostegno a Black Lives Matter, Ben & Jerry's si è semplicemente basata su ciò che aveva già fatto.

Nel 2021, il marchio ha mostrato sfacciatamente il suo sostegno ai diritti dei palestinesi, annunciando che non avrebbe più continuato a vendere il suo gelato nei territori occupati illegalmente della Cisgiordania e di Gerusalemme.

L'impegno del marchio nei confronti dell'attivismo è così forte che Jeff Furman, presidente di Ben & Jerry's per quasi quattro decenni, ha descritto l'azienda come "un'organizzazione per la giustizia sociale che vende gelati per poter alimentare il proprio lavoro di difesa".

Ora, l'azienda vuole che tu ti unisca a noi.

Fai un po' di cambiamento

Nella sua prima campagna su vasta scala in oltre dieci anni, Ben & Jerry's ha lanciato la sua nuova promozione "Make Some Motherchunkin' Change".

Creata in collaborazione con l’agenzia DCX Growth Accelerator, la campagna sarà pubblicata online e su piattaforme social negli Stati Uniti, nonché in mercati globali selezionati fino al 2024.

Questa nuova promozione riafferma la continua avventura del marchio nell'attivismo del marchio, anche quando la maggior parte degli altri marchi lo hanno fatto si è volutamente allontanato dall'essere schietto per evitare reazioni da parte dei consumatori.

Con esso arriva un video di 90 secondi intitolato "Il progresso arriva in molti sapori", con foto di attivisti che hanno rilasciato dichiarazioni di grande impatto durante le proteste in tutto il mondo.

Includono: persone che protestano per la riforma della legge sulle armi indossando giubbotti antiproiettile, gruppi di persone che vanno in kayak verso una piattaforma petrolifera e altri che scendono in strada per sensibilizzare sulla crisi climatica.

Nel corso del video i consumatori sono invitati a parlare ad alta voce delle cause che stanno a loro cuore in qualunque modo sia accessibile e più divertente per loro "senza essere arrestati", ovviamente.

In una dichiarazione, il responsabile globale del marketing integrato del marchio, Jay Curley, ha dichiarato:

'Vogliamo che le persone sappiano che le loro passioni e creatività possono creare cambiamenti positivi nelle loro comunità. Come società, stiamo affrontando grandi sfide e siamo ispirati da persone che la vedono come un'opportunità per creare comunità, costruire potere e lavorare per il cambiamento collettivo.'

 

@benandjerrys Unisciti alla lotta per un mondo più dolce! ✊🏿 Sfrutta la tua passione e creatività per far sentire la tua voce a favore di ciò in cui credi e alimenta il tuo appetito per la giustizia. Scopri di più e FAI QUALCHE CAMBIAMENTO MOTHERCHUNKIN' al link nella nostra biografia! #benandjerrys #motherchunkinchange #giustizia #attivismo ♬ suono originale – benandjerrys


Cambiare con ogni mezzo necessario

Ben & Jerry's opera sotto Unilever dal 2000, quando è stata acquistata $326 milioni.

Prima di concludere l'accordo, Ben & Jerry's ha posto una condizione: avere un proprio consiglio di amministrazione indipendente, in modo da poter "continuare ad assumere posizioni apertamente progressiste su questioni sociali e politiche".

Da allora, l’azienda ha due team separati per il marketing e l’attivismo, che collaborano una volta alla settimana. Il team di attivismo presenta questioni importanti e la strategia per affrontarle, quindi il team di marketing lavora per spargere la voce.

Ciò ha causato attriti con il suo proprietario Unilever, che ha recentemente deciso di "scorporare" i suoi marchi di gelati creando per loro una divisione separata. Ciò libererà l'impegno di Unilever e consentirà maggiori investimenti da parte di aziende con valori condivisi a Ben & Jerry's.

Alla fine, questa distanza aziendale sarà probabilmente vantaggiosa per tutti i soggetti coinvolti. Le cose potrebbero cambiare dietro le quinte, ma una cosa è certa: è improbabile che Ben & Jerry's abbandoni presto il suo impegno per la giustizia sociale.

Accessibilità