Cerca
Menu Menu

La consapevolezza funziona altrettanto bene dei farmaci per frenare l'ansia?

Nuove prove suggeriscono che la meditazione quotidiana è efficace nel trattare l'irrequietezza, i sentimenti di preoccupazione o paura e i problemi del sonno quanto un antidepressivo regolarmente prescritto.

In mezzo alla crisi di salute mentale in corso, discutere apertamente di come ci sentiamo non è mai stato così importante.

Fortunatamente, gli spazi che incoraggiano la conversazione stanno diventando sempre più diffusi. Il miglioramento del dialogo ha aperto le porte a trattamenti nuovi e più diversificati, con una maggiore ricerca su cause, sintomi e possibili opzioni di supporto.

Nel tentativo di allontanarsi dalle tradizionali prescrizioni rapide, alcuni esperti si stanno espandendo ed esaminando altre alternative oltre la semplice terapia.

Solo quest'anno, abbiamo visto operatori sanitari canadesi dire ai pazienti di immergersi nella natura, i ricercatori lo confermano la musica è benefica per la salute mentale quanto l'esercizio, e gli scienziati britannici iniziano a esaminare come potrebbe nuotare in acque fredde e aperte potenzialmente sostituire gli antidepressivi nel prossimo futuro.

Più recentemente, è stato rivelato che la consapevolezza può funzionare altrettanto bene dei farmaci per frenare l'ansia, che colpisce circa 301 milioni di persone in tutto il mondo, come scoperto da Lancet Psichiatria.

Questo è secondo a studio pubblicato nella JAMA Psichiatria all'inizio di questo mese.

A 138 adulti con disturbi d'ansia non trattati è stato chiesto di assumere da 10 a 20 mg di escitalopram e altri 138 hanno seguito un corso di otto settimane sulla riduzione dello stress basato sulla consapevolezza. Ciò ha comportato tecniche come la consapevolezza del respiro, la scansione del corpo e il movimento consapevole. Lo studio ha riscontrato che il risultato di entrambi gli interventi è esattamente lo stesso.

Ha anche scoperto un calo uguale di circa il 30% nella gravità dei sintomi debilitanti dei partecipanti.

In breve, le prove suggeriscono che la meditazione quotidiana è efficace quanto gli antidepressivi regolarmente prescritti nel trattamento dell'irrequietezza, dei sentimenti di preoccupazione o paura e dei problemi del sonno.

La meditazione è famigerato per calmante ansia, ma questo è il primo caso in cui è stato dimostrato con successo gestire esso.

'Escitalopram è un ottimo farmaco; Lo prescrivo molto, ma non è per tutti,' dice autore principale e direttore del programma di ricerca sui disturbi d'ansia presso il Georgetown University Medical Center, Elisabetta Hoge.

È sua convinzione che la meditazione possa essere prescritta al posto dei farmaci per i pazienti che manifestano gravi effetti collaterali, soffrono di allergie o sono diffidenti nell'assumere farmaci da prescrizione.

Per questo motivo, Hoge sottolinea che non sta insinuando che la meditazione sostituisca l'escitalopram, piuttosto che le compagnie assicurative dovrebbero considerare di coprire gli interventi basati sulla consapevolezza per l'ansia in modo che il trattamento possa diventare più ampiamente disponibile.

"Il fatto che li abbiamo trovati uguali è sorprendente perché ora si apre un nuovo potenziale tipo di trattamento", conclude.

 

Terza Newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per il pianeta positivo

Accessibilità