Menu Menu

"Rizz" nominata parola dell'anno dalla Oxford University Press

La parola d'ordine TikTok preferita dalla generazione Z, "rizz", è stata incoronata parola dell'anno per il 2023. Non sai cosa significhi? Potrebbe essere opportuno rispolverare il dialetto dei social media.

La parola "rizz" è stata nominata parola dell'anno dalla Oxford University Press.

Sulla base di oltre 32,000 voti e del giudizio finale di un team di esperti linguistici, la parola è definita come "stile, fascino o attrattiva"; la capacità di attrarre un partner romantico o sessuale'. È stato utilizzato incessantemente su TikTok quest’anno ed è un punto fermo del dialetto della Gen Z.

"Rizz" è inteso come una forma abbreviata della parola "carisma" e può anche essere usato come verbo. La frase "to rizz up", ad esempio, significa chiacchierare o sedurre qualcuno. È essenzialmente una versione aggiornata di "gioco".

La scelta delle parole da parte della Oxford University Press sottolinea la crescente influenza della Gen Z sul linguaggio e sui discorsi abituali e rafforza la schiacciante presenza dei social media nella nostra comunicazione quotidiana. Segue le orme della parola dell'anno del 2022, che era la "modalità goblin".

Inoltre, è tutto molto divertente. Questa è la cosa più importante, vero?


Quali parole si sono classificate seconde?

È interessante notare che, c'erano diverse parole seconde che ha quasi preso la corona. Il primo di questi è stato “prompt”, termine che ha visto un enorme aumento nell’uso quotidiano nel 2023 grazie all’esplosione dell’IA generativa e di ChatGPT.

Come scrive la Oxford University Press, "con la diffusione dei sistemi di intelligenza artificiale […] sempre più persone hanno sviluppato le competenze necessarie per usarli in modo efficace e, in alcuni casi, sono diventate ingegneri tempestivi specializzati".

Il nostro ritrovato amore per la parola "prompt" è rappresentativo del nostro rapporto sempre più intrecciato con le macchine e le informazioni generate proceduralmente.

Il passo successivo è stato "situazione", un termine che senza dubbio avete visto su Internet negli ultimi dodici mesi. Una combinazione di "situazione" e "relazione", la Oxford University Press definisce il termine come descrizione di una "relazione romantica o sessuale che non è considerata formale o stabilita".

Proprio come rizz, questa parola ha dominato i feed di TikTok e Instagram per tutto il 2023 ed è diventata un pilastro per la generazione Z che si ritrova confusa a livello romantico.

Anche 'Swiftie' è stato selezionato quest'anno. Alcuni altri dalla rosa dei candidati includono "bandiera beige", "de-influenza", "cupola di calore" e "parasociale". Molti di questi termini fanno riferimento al romanticismo, alle tendenze dei social media o descrivono in qualche modo le connessioni umane, riflettendo ancora una volta l'impatto della Gen Z sul nostro dialetto quotidiano.


Cosa significa questo per il nostro linguaggio in futuro?  

Naturalmente, questo tipo di nomination ed etichette sono per lo più divertenti e probabilmente non dovrebbero essere prese troppo sul serio.

Tuttavia, sono una buona indicazione su dove la cultura pop è stata maggiormente sentita nella nostra lingua e nella scelta delle parole in un dato anno. Solo una rapida occhiata alle scelte finali di dieci anni fa riporta alla memoria i ricordi. Qualcun altro ricorda "selfie" del 2013?

Forse sto dimostrando la mia età.

Tuttavia, il termine "rizz" è una prova evidente che suggerisce che i social media e i contenuti in formato breve continueranno a dominare il panorama e il linguaggio della nostra cultura pop nell'immediato futuro. Viviamo già in un mondo in cui l'abbreviazione è diventata la norma – sia attraverso emoji, etichette o semplici abbreviazioni di parole – e questo è destinato ad aumentare.

Vediamo cosa porterà il prossimo anno. Conoscendo Taylor Swift, probabilmente apparirà nella rosa dei candidati per il secondo anno consecutivo.

Accessibilità