Menu Menu

Opinione – La faida tra Drake e Kendrick è una sconfitta per le donne

Entrambi i rapper hanno armato il femminismo e demonizzato le donne nel tentativo di aiutarsi a vicenda. 

Era la faida sentita in tutto il mondo.

A questo punto saprai che Drake e Kendrick Lamar lo sono tutt'altro che amichevole. Dopo anni di presunta ostilità, entrambi i cantanti hanno pubblicato brucianti brani diss che sembrano aver unito un mondo diviso; non possiamo fare a meno di micro-analizzare ogni testo.

Ma non è tutto popcorn e ruscelli. Osservare lo svolgersi delle tensioni tra due mega-star potrebbe essere l'intrattenimento estivo che stavamo aspettando, ma nonostante gli accesi dibattiti su chi avrà la meglio, è chiaro che c'è solo un perdente in questa battaglia: le donne.

La musica rap non ha mai avuto una reputazione scintillante quando si tratta di questioni di genere. Molti dei volti più famosi del genere hanno guadagnato milioni deridendo, criticando e sessualizzando le donne.

La faida tra Drake e Kendrick ha attirato l'attenzione per il suo apparente rifiuto della misoginia sinonimo di musica rap.

Invece di dire ad alta voce con quante donne l'altro è andato a letto, o prendere di mira le compagne, la famiglia e gli amici del loro rivale, entrambi i rapper si sono preoccupati di più di come l'altro ha maltrattato e sfruttato le donne.

Ciò ha portato ad una serie di viziosi accuse compresi abusi e pedofilia. Ma ciò che è interessante è la risposta a queste tattiche – con alcune suggerendo entrambi i rapper rispettano in qualche modo le donne nel processo.

In realtà, questo è tutt’altro che vero. Sia Drake che Kendrick stanno dimostrando che il rap ha ancora molta strada da fare per annullare gli atteggiamenti misogini che lo hanno plasmato per decenni, perché entrambi gli artisti scelgono di utilizzare il femminismo come arma per rimproverare l'altro.

Le uniche coinvolte nel fuoco incrociato di questo scambio sono le donne stesse.

Nel ruolo di Kyndall Cunningham ha scritto per Vox, entrambi gli artisti ci presentano accuse seriamente pesanti, e la decisione di inserirle in una traccia diss sembra allo stesso tempo "goffa e insensibile". Anche per le vittime potenzialmente coinvolte.

"È davvero un momento emozionante per l'hip-hop quando va a scapito delle donne?" Oppure i fan stanno semplicemente creando uno status quo inquietante all'interno del genere?' chiese Cunningham.

Mentre i sostenitori di Drake e Kendrick discutono su chi abbia torto, è difficile ignorare la palese ipocrisia di entrambi gli uomini. Nel corso della loro carriera, ognuno di loro ha dimostrato atteggiamenti sessisti nella propria musica e ha sostenuto abusatori nell'industria.

Tentare di denunciare il maltrattamento reciproco delle donne non fa altro che evidenziare l'ignoranza della propria misoginia, poiché entrambi usano le donne come pedine in un battibecco altamente pubblicizzato.

Se visti sotto questa luce, sia Drake che Kendrick si presentano come uomini insicuri che sentono che l'unico strumento a loro disposizione è la loro mascolinità – e la mancanza di essa da parte dell'altro.

Tuttavia, poiché il pubblico continua ad appoggiarsi alla faida, entrambi gli artisti avranno sicuramente l'ultima risata. Allo stato attuale, i quattro brani diss pubblicati finora da Drake e Kendrick stanno già arrivando in cima alle classifiche globali e nel mainstream. titoli dei media.

Lasciate nella polvere saranno le donne vere – con vite vere – che sono state trascinate lì.

"Nella migliore delle ipotesi, le crudeli frecciate scambiate avanti e indietro sono accettate come finzione speculativa, esaltata come sensazione; tuttavia, le accuse persistenti sono spesso trattate come fatti, associati a nomi e volti reali", dice Shamira Ibrahim.

"Da quando le tracce diss si sono interrotte, i fan hanno cercato freneticamente prove corroboranti per assolvere il loro artista preferito e incriminare il concorrente avversario."

Cos'è ancora peggio? Sia Drake che Kenrick usano il femminismo come scudo e arma, distorcendo il suo messaggio per adattarlo alla loro agenda. È come se dicessero: "Guarda, rispetto le donne, a meno che non mi aiuti a sconfiggere il mio rivale".

Ma non si tratta solo della faida in sé; riguarda la cultura tossica che perpetua nel rap. Normalizzando la misoginia, stanno rafforzando stereotipi e atteggiamenti dannosi nei confronti delle donne che le trattengono nel settore e oltre.

E alla fine, questa faida non riguarda solo Drake e Kendrick, ma riguarda un problema molto più grande all'interno dell'hip-hop. Fino a quando il genere – e i suoi fan – non affronteranno la misoginia che dilaga, le donne saranno sempre il danno collaterale nella battaglia per la supremazia degli artisti.

Accessibilità