Menu Menu

Opinione – FKA Twigs dimostra che l’intelligenza artificiale può dare potere agli artisti

La cantante ha proposto una versione AI di se stessa per bilanciare il suo carico di lavoro. La risposta è stata contrastante, ma Twigs fa cenno a un futuro potenziante. 

FKA Twigs è noto per offuscare la creatività la tecnologia. La sua musica eterea, i suoi film e i suoi balletti, insieme alle sue iniziative artistiche e di moda, hanno sempre ampliato i confini e consolidato la sua posizione all'interno della cultura popolare.

Nonostante abbia raggiunto livelli di fama globali, Twigs non ha mai rinunciato alla sua individualità.

La cantante ha recentemente proposto la creazione di una versione AI di se stessa; un deepfake progettato per alleviare parte del suo carico di lavoro. Questa "falsa" AI Twigs, ha detto, interagirebbe con fan e giornalisti, consentendo ai "veri Twigs" di "passare più tempo" fare arte'.

"[Il deep fake] non solo è addestrato alla mia personalità, ma […] può anche usare il mio esatto tono di voce per parlare molte lingue", ha detto Twigs alla sottocommissione giudiziaria del Senato degli Stati Uniti Martedì.

Era lì per affrontare la questione dell'intelligenza artificiale per celebrità e artisti. Il deepfake di Twigs sembra essere un'estensione della sua tesi secondo cui queste figure dovrebbero avere un controllo indiscusso su come le loro voci, il loro aspetto e la loro personalità vengono utilizzati dall'intelligenza artificiale.

"Queste e simili tecnologie sono strumenti di grande valore", ha detto Twigs del suo profondo falso. "Tuttavia, tutto questo è sotto il mio controllo e posso concedere o negare il consenso in modo significativo."

Ha continuato denunciando lo sfruttamento dei creativi tramite l’intelligenza artificiale, un problema che ha reso la tecnologia dell’intelligenza artificiale una presenza sempre più volatile nelle arti e nelle industrie creative.

"Ciò che non è accettabile è che la mia arte e la mia identità possano essere semplicemente prese da terzi e sfruttate falsamente per il proprio guadagno senza il mio consenso a causa dell'assenza di un adeguato controllo legislativo."

Il doppelganger di Twigs AI è, in teoria, una mossa liberatoria per il cantante. Ciò darà a Twigs più tempo per creare nuovo lavoro e "spiegare veramente in profondità di cosa si tratta a livello creativo".

'Spesso essere un artista musicale, o qualsiasi artista al giorno d'oggi, richiede molta stampa, molto promo, molte battute. […] alla fine posso dedicare più tempo a creare qualcosa che sia davvero significativo per i miei fan.'

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da BBC News (@bbcnews)

Ma non tutti sono impressionati.

«Ti stai fingendo profondamente?» Questo è un nuovo minimo", ha detto un Instagram Utente.

Altri erano preoccupati per ciò che la decisione significherà per il futuro del settore, per non parlare del resto del mondo; "E questo, amici miei, è l'inizio della fine."

Ma un futuro pieno di tecnologia non è necessariamente negativo.

Sfruttando la tecnologia dell'intelligenza artificiale per creare una versione virtuale di se stessa, Twigs non solo spinge i confini della propria arte, ma interagisce anche con il suo pubblico in modi nuovi ed entusiasmanti.

I fan potrebbero anticipare l'opportunità di interagire con un doppelgänger digitale del loro artista preferito, fornendo loro una connessione più intima e personalizzata.

Anche Twigs mette in pratica ciò che predica. La proposta di un clone dell’intelligenza artificiale sottolinea un approccio proattivo per rivendicare la narrativa che circonda l’intelligenza artificiale nel settore creativo.

In un momento in cui la tecnologia deep fake è spesso associata a disinformazione e manipolazione, Twigs sta dimostrando come può essere sfruttata per scopi positivi e responsabilizzanti. E prendendo il controllo della sua immagine digitale, sta affermando il libero arbitrio sulla sua identità e sfidando le nozioni convenzionali di autenticità nell'era digitale.

Ulteriori prove scritte hanno mostrato le intenzioni di Twigs di implementare il suo doppelganger AI più avanti nel corso dell'anno, "per estendere la mia portata e gestire le mie interazioni online sui social media, mentre continuo a concentrarmi sulla mia arte dalla comodità e dal conforto del mio studio."

Rivendicare i diritti su una versione AI di se stessa pone Twigs all'avanguardia. L’uso dell’intelligenza artificiale per impersonare le voci e le immagini di cantanti famosi è in costante crescita.

Nell’aprile di quest’anno, centinaia di artisti hanno firmato una lettera aperta chiedendo maggiore protezione contro “l’uso predatorio dell’intelligenza artificiale per rubare le voci e le idee degli artisti”. somiglianze'.

La doppelganger digitale di Twigs le permetterà di sfruttare gli aspetti innovativi e creativi dell'intelligenza artificiale alle sue condizioni, rifiutando allo stesso tempo lo sfruttamento da parte di altri online.

"Ci sono canzoni online - collaborazioni con me e altri artisti - che non ho realizzato io", ha detto al congresso.

'Ti fa sentire vulnerabile perché, […] come artista, la cosa che amo di quello che faccio è che sono molto preciso. Mi prendo il mio tempo e sono molto orgoglioso del mio lavoro.

"Quindi, il fatto che qualcuno potesse prendere la mia voce, cambiare testi, cambiare messaggi, lavorare color malva con un artista con cui non volevo lavorare, o magari lavorare con un artista con cui volevo lavorare e ora la sorpresa è rovinato – mi lascia davvero molto crudo e molto vulnerabile.'

I potenziali vantaggi dell’attività di intelligenza artificiale di Twigs sono innegabili, ma la mossa rappresenta anche un delicato atto di equilibrio tra innovazione e responsabilità.

È essenziale procedere con cautela e vigilanza per garantire il rispetto degli standard etici e la preservazione dell'integrità artistica.

Qualunque sia il risultato per il futuro della musica, è innegabile che, in un momento in cui l’intelligenza artificiale potrebbe essere inevitabile, Twigs la sta sfruttando nel modo più innovativo e potenziante possibile.

E questo può significare solo cose positive per quello che attualmente è un panorama irto di espressione artistica.

Accessibilità